Compliance

Segreto professionale

I professionisti e i dipendenti di CHREA rispettano l’obbligo del segreto professionale ai sensi degli articoli 351 e 342 del codice di procedura penale e 249 del codice di procedura civile, salvo per quanto concerne le attività di revisione e certificazione obbligatorie di contabilità e di bilanci e quelle relative alle funzioni di sindaco o revisore di società od enti, nonché per quanto previsto dalle norme vigenti in materia di antiriciclaggio.

Antiriciclaggio d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231

Nello svolgimento della propria attività professionale, CHREA applica le disposizioni contenute negli artt. 16 e ss. del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231, come modificato e integrato dal d.lgs. 25 settembre 2009, n. 151 che pongono in capo ai professionisti gli obblighi di adeguata verifica della clientela. In particolare CHREA ha uniformato le proprie procedure alle guidelines del CNDCEC nel rispetto dei principi generali dettati dal legislatore, nonché delle disposizioni attuative contenute nel d.m. 3 febbraio 2006, n. 141 e nel provvedimento U.I.C. 24 febbraio 2006, per le parti non dichiarate espressamente incompatibili dal Ministero dell’Economia  e delle Finanze con la circolare 19 dicembre 2007, prot. 125367 e, dunque, ancora vigenti stante il disposto dell’art. 66 d.lgs. 231/2007e, infine, delle indicazioni presenti nel documento “Risk Based Approach–Guidance for Accountants” diffuso dal F.A.T.F.-G.A.F.I..

Sicurezza sul lavoro

CHREA osserva le disposizioni di cui al d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81  emanato in attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro per il rispetto dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali, anche con riguardo alle differenze di genere, di età e alla condizione delle lavoratrici e dei lavoratori immigrati e al fine di prevenire qualsiasi rischio e pericolo alla sicurezza e alla salute del lavoratore e dell’ambiente circostante. Lo Studio si  è conseguentemente dotato del documento di valutazione dei rischi e adempie agli obblighi di cui agli artt. 17 e 18 del d.lgs. citato.

INFORMATIVA TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI (ART. 13 e14 REG. UE 2016/679)

Ai fini previsti dal Regolamento Ue  n.  2016/679 relativo  alla  protezione delle  persone fisiche con  riguardo al trattamento dei dati personali, il trattamento dei dati personali del Clienti forniti ed acquisiti dallo Studio CHIARAVALLI, REALI E ASSOCIATI (lo “Studio”) saranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa prevista dal premesso Regolamento nel rispetto dei diritti ed obblighi conseguenti e che:

a) FINALITÀ DEL TRATTAMENTO – Il trattamento è finalizzato unicamente alla  corretta e  completa esecuzione dell’incarico professionale ricevu

b) MODALITÀ DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI – Il trattamento è realizzato attraverso operazioni, effettuate con o senza l’ausilio di strumenti elettronici e consiste nella raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dat Il trattamento è svolto dal titolare e dagli incaricati espressamente autorizzati dal titolare.

c) CONFERIMENTO DEI DATI E RIFIUTO – Il conferimento dei dati personali comuni e sensibili è necessario ai fini dello svolgimento delle attività di cui al punto a) e il rifiuto da parte dell’interessato di conferire i dati personali comporta l’impossibilità di adempiere all’attività di cui al punto a).

d) COMUNICAZIONE DEI DATI – I dati personali possono venire a conoscenza esclusivamente dagli incaricati del trattamento e possono essere comunicati per le finalità di cui al punto a) a collaboratori esterni, amministrazione finanziaria nella sua più ampia eccezione comprese le Commissioni Tributarie di ogni ordine e grado, Pubblica Amministrazione, Registro delle Imprese e, in generale a tutti i soggetti per i quali la comunicazione è necessaria per il corretto espletamento dell’incarico professionale e per  le  finalità di cui al punto a)  I dati personali non sono soggetti a diffusione

e) TRASFERIMENTO DEI DATI ALL’ESTERO – I dati personali possono essere trasferiti verso paesi dell’unione europea o verso paesi terzi rispetto a quelli dell’unione europea o ad un’organizzazione internazionale, nell’ambito delle finalità di cui al punto a).

f) CONSERVAZIONE DEI DATI  –  I  dati  sono conservati per  il  periodo necessario all’espletamento dell’attività e comunque non superiore a dieci ann

g) TITOLARE DEL TRATTAMENTO – I titolari del trattamento sono i soci dello studio Chiaravalli, Reali e Associati sigg. Giuseppe Chiaravalli, Andrea Chiaravalli, David Reali e Alessandro Maruffi in Milano, Via San Primo 4.

h) DIRITTI DELL’INTERESSATO – l’interessato ha diritto:

  • all’ accesso, rettifica, cancellazione, limitazione e opposizione al trattamento dei dati
  • ad ottenere senza impedimenti dal titolare del trattamento i dati in un formato strutturato di uso comune e leggibile da dispositivo automatico per trasmetterli ad un altro titolare del trattamento
  • revocare il  consenso al  trattamento, senza pregiudizio per la  liceità del  trattamento basata sul consenso acquisito prima della revoca
  • proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei dati personali.

L’esercizio  dei  premessi  diritti  può  essere  esercitato  mediante  comunicazione  scritta  da  inviare  a  mezzo pec all’indirizzo pec@pec.chrea.com o lettera raccomandata a/r all’indirizzo CHIARAVALLI, REALI E ASSOCIATI – TITOLARE TRATTAMENTO PRIVACY – VIA SAN PRIMO 4 20121 MILANO.

Logo Chiaravalli Reali e Associati
Riservato